PINK FLOYD, The Division Bell (1994)

Pink_Floyd_-_Division_Bell

Tecnicamente suona in modo magnifico, perfino nell’impianto stereo, che lascia un po’ a desiderare, della mia automobile.

Motivi sentimentali mi legano ad un paio di canzoni.

Se poi è autunno – lo sento come un disco autunnale -, lo riascolto sempre volentieri.

In Take It Back si fa ricordare la parte suonata con l’e-bow da Gilmour sulla chitarra acustica, una chicca fascinosa.

GIANCARLO ONORATO, Sangue bianco (2010)

on

Ogni volta che affronto un artista di cui non ho mai ascoltato nulla, mentre inserisco il cd nel lettore provo sempre un po’ d’inquietudine, data dal timore che poi il disco non mi convinca.

Non è stato questo il caso: l’album de quo mi è piaciuto – non capita di rigore se il disco è italiano -, e molto.

Tra l’altro, una grande sensibilità melodica da parte dell’autore, merce ormai di difficile reperibilità.

FRANCESCO DE GREGORI, Sulla strada (2012)

ss

Il Principe non si deve certo adombrare, dato l’esiguo numero di lettori di questo blog (di media una decina al giorno), se qui scrivo che questo suo lavoro mi è parso un po’ sottotono, paradossalmente proprio con riferimento ai testi.

Fa eccezione Guarda che non sono io, brano che va ad ingrossare la lista delle sue canzoni impostate musicalmente sul pianoforte, come La donna cannone, La valigia dell’attore, Il cuoco di Salò e tante altre. In quell’ambito, il Nostro difficilmente non fa centro.

SLAYER, Repentless (2015)

SlayerRepentless

Venuto tristemente a mancare Jeff Hanneman, responsabile in buona misura della composizione delle canzoni, il problema per Araya e soci era quello di fare un disco che suonasse come un disco degli Slayer per poter dire che gli Slayer sono ancora gli Slayer.

Missione compiuta, col risultato, forse neppure troppo paradossale, che questo cd, per le soluzioni sonore adottate e fin nella grafica, rimanda addirittura ai primi storici lavori della band, ovvero quelli del periodo pre-Rubin.

Un album perfetto, come finale di carriera ci starebbe benissimo. Se dovessero in seguito venire a mancare spinta e motivazioni, meglio chiudere qui e così.

P.S. La versione deluxe (cd + dvd) ha un artwork incredibile, ne ho visti pochi a questo livello.