PEARL JAM, Backspacer (2009)

220px-Pearl_jam_backspacer

Sorprende che un gruppo-mito arrivato al nono album conservi ancora freschezza e voglia di suonare.

Complice anche il ritorno alla produzione di Brendan O’ Brien, che dona lucentezza e definizione al sound, in poco più di trentasei minuti le canzoni scivolano via senza affanno, e le aperture melodiche, che non mancano mai nei lori dischi, ci sono e si fanno apprezzare.

Just Breathe si può già annoverare fra i loro classici (ma quanti sono? quanta grande musica hanno fatto questi qui?) e apre a soluzioni sonore nuove, vedi gli archi, come del resto la conclusiva The End, per fortuna non l’ultimo brano di questo gruppo, per certi versi l’ultima grande american rock band.

Il cd contiene anche due concerti che si possono scaricare.

 

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...