NEIL YOUNG WITH CRAZY HORSE, Broken Arrow (1996)

220px-Brokenarrow

Curiosamente meno celebrato rispetto ad altri lavori del cantautore canadese insieme ai fidi Crazy Horse, è un disco che ha molte frecce al suo arco (vabbé, magari spezzate, visto il titolo…).

Il cd parte bene con Big Time. Si nota subito la registrazione, che dà quasi l’impressione di essere davanti alla band che suona. Molto particolari i cori, quasi evanescenti. Se siete younghiani di ferro, come chi scrive, apprezzerete l’interminabile coda di Loose Change, un unico accordo ripetuto all’infinito su cui il Nostro si contorce in splendidi fraseggi deliranti grazie alla sua Old Black (sia sempre venerata).

Slip Away è la perla del disco, dal refrain sognante come pochi. Usuale il country rock di Changing Highways. Scattered (Let’s Think About Living) ha un bel riff e un bel messaggio (“Pensiamo a vivere”, più facile a dirsi che a farsi: le cose più semplici, al solito, sono quelle più difficili). Piacevole This Town e sempre nel cuore Music Arcade, ovvero quando la semplicità (ancora!) è tutto.

Chiude il classico blues Baby What You Want Me To Do di Jimmy Reed, ripresa dal vivo con pubblico in evidenza e band sullo sfondo, un vezzo di produzione.

Ecco, come al solito, se parlo di un disco di Neil, parlo di tutti i pezzi. Un motivo ci deve pur essere…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...