FRANCESCO DE GREGORI, Fuoco amico (2002)

30668

Il Principe vuole rokkare, per cui imbraccia una Telecaster al posto dell’usuale chitarra acustica e ci dà dentro – con la band – più che può.

Disco dal vivo in cui i brani originali nelle versioni in studio sono parecchio stravolti in chiave elettro-muscolare.

Sembra che De Gregori voglia a tutti i costi mettersi sulla scia di Dylan, uno che ogni volta che suona un pezzo, dal vivo e in studio, lo fa in modo diverso. Solo che, sarà la mia impressione, se lo fa Dylan suona del tutto naturale, mentre se lo fa De Gregori mi appare sempre un’operazione costruita a tavolino. Mah…

E’ per questo che, nonostante io sia un rokkettaro, alla fine preferisco altri suoi dischi dal vivo meno rock come Il bandito e il campione e Bootleg.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...