CARLOS SANTANA / MAHAVISHNU JOHN McLAUGHLIN, Love Devotion Surrender (1973)

220px-LoveDevotionSurrender

Fa uno stranissimo effetto ascoltare oggi, Anno di Grazia 2014, questo disco.

Altri tempi, ma soprattutto, e di conseguenza, altre tensioni artistiche, spirituali, emotive.

Santana muterà il proprio nome in Devadip, McLaughlin, che gli ha presentato il suo guru, già si fa chiamare Mahavishnu.

I due sono uniti dalla ricerca spirituale e dal comune amore per John Coltrane, qui omaggiato con le sue Naima e A Love Supreme (impossibile sottrarsi a quel mantra: a love supreme… a love supreme). Carlos, da parte sua, nelle sue parti solistiche ci mette tutta l’intenzione, lasciando capire che il gioco del rock in questi giorni gli va troppo stretto. I suoi fan – fan del rock latino – storceranno il naso, mentre, più in generale, il mondo della musica vedrà spalancarsi nuovi orizzonti, anche perché all’epoca c’era anche tale Miles Davis a dar man forte alla “rivoluzione”.

Ma un po’ di dettaglio, qui, ci sta tutto…

Sebbene Carlos abbia dichiarato a distanza di anni dalla pubblicazione del disco che riascoltandolo a volte faceva fatica a distinguere le sue parti da quelle di John, conoscendo il sound e lo stile dei due chitarristi si individuano senza troppe difficoltà i loro singoli contributi all’album.

Il sound di Carlos è più medioso (“caldo” come si dice), laddove John ha un suono più “violinistico” (la madre era una violinista, e l’impostazione della mano sinistra in John risente di quella per violino…).

Diverso, come si diceva, anche lo stile: feroci grappoli di note sparate alla velocità della luce per quanto riguarda John, mentre Carlos ci delizia con il suo solito fraseggio nervoso, le classiche terzine e i suoi glissati.

Si parte  con A Love Supreme. Una scarica di note di John: sua sia la chitarra sul canale sinistro sia quella sul canale destro (una delle due è, chiaramente, sovraincisa). Poi è sempre lui che fraseggia, rispondendo a se stesso (sempre grazie alla sovraincisione di una delle due chitarre). Carlos si limita ad accompagnare sul canale sinistro, suonando il “tema” del pezzo.

Naima è suonata solo da John. L’inglese suona l’armonia del brano con una chitarra acustica sul canale sinistro e la melodia (sovraincisa) con una chitarra classica sul canale destro (McLaughlin aveva utilizzato la stessa tecnica di sovraincisione di due chitarre in My Goals Beyond , suo disco di qualche anno precedente).

The Life Divine, scritta da McLaughlin, è introdotta dall’organo di Larry Young (fondamentale il suo contributo all’album). A partire da 0.49 una stupenda progressione armonica viene suonata da John in arpeggio sulla chitarra 12 corde. A 1.05 finalmente entra Carlos alla solista. Da notare da 3.31 a 4.03 come il messicano si produca in una di quelle note lunghe che diverrano un altro dei suoi inconfondibili marchi di fabbrica. A 4.30 Carlos termina il solo e a 4.32 fa capolino John. Il  solo dell’inglese arriva fino al termine del brano, in cui viene anche riproposto, coerentemente sul piano compositivo, l’arpeggio iniziale, con la stessa progressione armonica.

Let Us Go Into The House Of Lord, un traditional, inizia con una lunga intro su tempo libero che vede protagonista John fino a 3.00. A 3.04 partono le congas e a 3.21 inizia l’assolo di Carlos – godibilissimo -, che termina a 6.33. A 6.37 entra John, fino a 6.52, giusto un breve inframezzo per introdurre il solo di organo di Larry Young (con John sotto ad “impastare” ben bene…). A 9.02 torna John col solo, e l’inglese si scatena fino a 11.09. A 11.21 riprende Carlos e da qui in poi i due si scambiano le frasi soliste fino alla conclusione del brano, con John a ripetere più volte il tema.

Chiude l’album Meditation, scritta da McLaughlin, che si cimenta – benissimo! – al piano, con Carlos che lo segue con chitarra classica solista.

Che dire di più? LP titanico (con due dei miei chitarristi preferiti, per giunta).

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...