LEONARD COHEN, I’m Your Man (1988)

220px-I'm_Your_Man_-_Leonard_Cohen

Il disco che rilancia Cohen nel mondo della discografia (il precedente lavoro, Various Positions, era stato snobbato dalla sua stessa etichetta).

La bellezza dei brani riesce a far dimenticare gli arrangiamenti sinth-pop. D’altra parte, all’epoca, quelli erano i suoni che andavano di moda.

E’ curioso che negli ultimi anni ‘80 siano usciti dischi come Oh Mercy di Dylan, New York di Lou Reed e questo.  I “grandi vecchi”, dopo alcune prove opache, si erano finalmente “risvegliati” (il mondo musicale in generale, da parte sua, si ridesterà nei primi anni del decennio successivo).

Tower Of Song qualche volta chiude i miei concerti. Lo amo troppo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...