LEONARD COHEN, New Skin For The Old Ceremony (1974)

220px-New_Skin_for_the_Old_Ceremony

Forse meno riuscito rispetto ai dischi precedenti.

Alcune soluzioni di arrangiamento lasciano un po’ perplessi, altre sono molto indovinate (Why Don’t You Try, A Singer Must Die).

La canzone più illustre, non occorre dirlo, è Chelsea Hotel, la cui storia è fin troppo nota per essere qui ricordata.

Cohen, col senno di poi, ha dichiarato che avrebbe fatto meglio a lasciarla nel cassetto, ma sarebbe stata certamente una perdita per tutti noi.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...