LEONARD COHEN, Songs From A Room (1969)

Songs_from_a_room

Kris Kristofferson ha dichiarato che vuole Bird On The Wire come suo epitaffio sulla sua lapide. Ci sto facendo un pensiero anch’io.

Se qualcuno vi dice che Cohen è triste, se non deprimente, fategli ascoltare Tonight Will Be Fine, quando il Nostro canta: “Oh, sometimes I see her undressing for me / she’s the soft naked lady love meant her to be / and she’s moving her body so brave and so free / If I’ve got to remember that’s a fine memory” (“Oh, qualche volta la vedo svestita per me / Lei è la morbida signora nuda come Amore vuole sia / e muove il suo corpo così coraggiosa e libera / Se devo ricordare qualcosa, questo è un bel ricordo”).

Ma – da Eros tornando a Thanatos – come era l’epitaffio? “I’ve tried in my way to be free”. “Ho cercato, a modo mio, di essere libero”.

Ci provo anch’io.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...