FRANCO BATTIATO, Orizzonti perduti (1983)

orizzonti_perduti

Ahi, l’Amor… Alle volte ti lascia semi accasciato sul divano, a meditare sugli orizzonti perduti, come vediamo il Nostro in copertina.

“La stagione dell’amore” è forse in assoluto il brano in cui Battiato ha cantato meglio, con maggiore partecipazione emotiva; proprio lui, così intellettuale…

E’ un disco a tratti molto intimo nei testi, ma anche nel costrutto musicale, visto che, di umano, qui c’è solo la sua voce, il resto che si sente è tutta elettronica.

Esplode il refrain di “Tramonto occidentale” e fa sognare “Campane tibetane”, con quella scala che s’inerpica…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...