DAVID BOWIE, The Man Who Sold The World (1970)

TheManWhoSoldtheWorld

I capelli ora sono più lunghi e il gioco sull’identità sessuale si fa più insistito, ma non di solo look vive il Nostro.

Il folk rock di Space Oddity (1969) è messo da parte: qui si fa ROCK! Mick Ronson alla chitarra (sempre sia lodato!) lo si riconosce subito, coadiuvato ottimamente dal basso mastodontico di Tony Visconti, che produce anche l’album.

Il brano più noto è la title track (riportata in auge in tempi più recenti dai Nirvana). L’ostinato di chitarra entra nella Storia. E quel refrain su quella scala…

(Però questo Bowie qui è uno che piazza un brano memorabile in ogni disco che fa: ganzo…)

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...