FRANCESCO GUCCINI, Parnassius Guccinii (1993)

parnassius guccinii

Non l’ho ascoltato molto, ma credo che, se anche lo sentissi cento volte, la mia preferita rimarrebbe sempre “Samantha”, dove il Nostro si emoziona veramente e, perciò, emoziona. Sarà anche perché è Poesia del Quotidiano, a me sempre cara: ritratto di donna, ma anche di una città (Milano), per cui, ragionando a posteriori, in Metropolis (1981) ci sarebbe stata benissimo. Il finale  è poi impreziosito da un bel solo di violino di Lucio Fabbri.

Il resto? Ahinoi, s’inizia a scivolare, pericolosamente, in quell’infida palude detta “manierismo”…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...