MOLTHENI, Toilette memoria (2006)

Immagine

E’ una costante nel mondo sovraffollato della musica italiana – indie e non indie – che compaiano ogni giorno nuovi progetti, e poi, se vai a vedere i nomi dei protagonisti, scopri che li conoscevi già, ma sotto altre spoglie. Per cui, se ora in quel mondo vi gira un certo Umberto Maria Giardini, non ci si deve meravigliare che un tempo lo stesso vi girasse col nome di Moltheni.

La formula del disco è abbastanza semplice: batteria, basso, chitarra acustica e tastiere a colorare i brani, fra cui, non occorrerebbe dirlo, spicca l’indovinata “L’età migliore”.

Moltheni come cantante non è dotato ti un timbro superlativo, ma è uno dei pochi, nel suo ambito, che ascolto volentieri e con curiosità.

 

 

Annunci

2 pensieri su “MOLTHENI, Toilette memoria (2006)

  1. Moltheni è un super personaggione. Qualche anno fa gli avevo fatto un’apertura a Genova, e lui era super dimesso, quasi non si capiva che era uno che doveva suonare e non un passante infreddolito. Molto umile, anzi, più che altro, lui suona per poter visitare le città, e ne sa moltissimo, dei luoghi in cui va.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...