VELVET REVOLVER, Contraband (2004)

220px-Velvet_Revolver-Contraband

Una piacevole sorpresa.

Nonostante i componenti del gruppo siano tutte rockstar california-style, con conti-corrente da tappeto rosso quando entrano in banca, ecco che in nome del sacro fuoco del rock, e di una passione che evidentemente non viene meno, in questo disco ci danno dentro come ventenni assatanati, con un tiro da far rodere dall’invidia molti giovani virgulti.

Tra le altre, Fall To Pieces è un gran bel sentire.

Lode a Scott, a Slash, a Duff e a Matt per aver messo in piedi questa galvanizzante “contrabanda”.

Annunci

2 pensieri su “VELVET REVOLVER, Contraband (2004)

  1. Piacere ampiamente condiviso per un disco che ha il pregio (magari inconsciamente sempre auspicato) di proiettarti in un tempo ed uno spazio in cui la gente ancora si dondola felice al suono di chitarre amplificate dalla gioia di vivere e di un futuro incorniciato dai fiori rilucenti di colori caldi e preziosi, quasi questo potesse essere promessa di una felicità attesa da sempre…

    Quello spazio e quel tempo appaiono lontani guardando fuori dalla finestra di casa mia o guardando il mondo nello schermo acceso del mio salotto eppure, ascoltando questi “eterni giovanotti”, mi sento stringere il cuore di nostalgia per qualcosa di irrimediabilmente perduto…..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...