MASSIMO BUBOLA, Massimo Bubola (1982) (riedito come “Giorni dispari”)

Immagine

Fin dalla copertina, molto più rock del precedente Tre rose (1981).

Contiene un paio di perle: “Spezzacuori”, d’impostazione pianistica, che in Amore e Guerra brillerà di ulteriore luce con un nuovo arrangiamento a base di chitarre elettriche, e la toccante “Giorni dispari”.

L’Autore ha ripubblicato il disco nel 2005 in formato CD proprio con il titolo della canzone, perché da lui – come ci informa nelle note di produzione – sempre considerata la title-track dell’album.

Curiosità: nel disco suona Claudio Golinelli, noto per essere il bassista di Vasco Rossi.

Questa edizione contiene anche tre pregevoli inediti: “Il pendolo”, “Colline nere” e “Se non ora, quando?”, scritti tra l’82 e l’83 e incisi nel 2000.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...