RUBEN, La musa elettrica (2004)

Immagine

Un disco (il mio secondo) praticamente live in studio, fatto per il gusto di suonare insieme ad altri musicisti. Tra cui Carmelo Leotta, bassista e contrabbassista jazz, da allora mio partner in musica.

E’ il risultato di una co-produzione a livello artistico, mia e del mio produttore di allora. Pertanto lo considero un mio lavoro per certi versi solo al 50%.

E’ stato accolto meglio del predecessore (Biondo accelerato), nelle due recensioni che si guadagnò. Forse stavo migliorando, se non altro l’indirizzo artistico era meno poliedrico e più “coerente”.

Comunque, qui di seguito la recensione del MUCCHIO SELVAGGIO (n. 603 del 7-13 dicembre 2004). In copertina c’era Paolo Conte. Sebbene non fossi (e non sia) un suo fan sfegatato, trovai la circostanza di buon augurio.

RUBEN – LA MUSA ELETTRICA (VIDEORADIO)

Dopo il primo album “Biondo accelerato” del 2000, straziato da un amore che sembrava non conoscere serenità, anche per questo secondo lavoro il cantautore Ruben si muove sulle logiche di un sentimento in divenire. Ma se l’esordio suonava docile e svagatamente malinconico, in “La musa elettrica” l’approccio è decisamente più rock, con le chitarre che si ritagliano spazio a suon di riff e i refrain evaporano energia, anche quando i contenuti cantano di sconfitte. Pur nei parametri vincolanti del rock, il CD scorre che un piacere, con echi di blues e musica latina e con una produzione di ottimo livello che evidenzia una registrazione nitida ma ruvida al punto giusto. La voce piace e graffia, contornata da ottimi strumentisti capaci di dare calore a canzoni come “Vieni con me”, “Estasi tormento”, “Chica” (grande l’hammond che scivola liquido fra le note), “Dopo il diluvio” e “Lei Lei Lei”, quasi punk nel ritornello e le cantilene rock “Ho un’idea” e “Politica sessuale”. Niente di nuovo sotto il sole, ma “La musa elettrica” offre coinvolgimento e qualche brivido sincero.

Gianni Della Cioppa

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...