TANITA TIKARAM, Ancient Heart (1988)

Immagine

Non mi piacciono, salvo rare eccezioni, le voci femminili che spaccano quelle note altissime, “impiccate su”. Meglio il registro medio e basso, più confortevole e sensuale. Alla categoria appartiene la nostra Tanita, che nell’ormai lontano 1988 ammaliò il mondo con la nota Twist In My Sobriety (suo il testo e la musica, come degli altri brani del disco). La trasmettevano tutte le radio, ed è un pezzo di 4 minuti e 50 secondi, roba che le emittenti d’oggi non prenderebbero neppure in considerazione.

A parte questo classico, si fa apprezzare Valentine Heart, per sola voce, piano ed archi.

Il resto è purtroppo inficiato da quelle sonorità Eighties (quelli erano gli anni…), con tastierine di qua e tastierine di là…

Però, a volte, per essere ricordati, basta una canzone bella, non occorre scriverne tante (anche se sarebbe preferibile…).

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...