NEIL YOUNG, Fork In The Road (2009)

Immagine

Detto che la coppia ritmica Cromwell/Rosas non ci esalta come quella Molina/Talbot dei nostri amati Crazy Horse, possiamo rilevare in questo disco un approccio più “industrial” rispetto a quello più sognante ed epico codificato dal canadese insieme al suo scalpitante Cavallo Pazzo in decadi di straordinario rock and roll. L’appoccio non è piaciuto a tutti, il disco si è prese le sue critiche. Ma Neil è fatto così: fa quello che gli pare e a modo suo, incurante di tutto e di tutti, come solo i veri grandi sanno fare.

“Just singing a song won’t change the world” e siamo pienamente d’accordo.

Suggestiva Light A Candle.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...