> Editoriale > Settorializzazione

Una delle rovine della musica in Italia – sono tantissime – è l’eccessiva settorializzazione del pubblico. Chi ascolta jazz ascolta solo jazz, chi ascolta blues ascolta solo blues, chi ascolta rock solo rock, chi ascolta metal solo metal, chi ascolta canzone d’autore solo canzone d’autore, chi ascolta musica italiana solo musica italiana. Chi ascolta pop, solo pop. E via così. Ognuno nel tempo si costruisce un suo mondo secondo i suoi gusti, e ci può stare, però rischia di perderne gli infiniti possibili colori.

Il blogascolto è contro tutto questo.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...