SIMPLE MINDS, Sparkle In The Rain (1984)

Immagine

Per scrupolo ho controllato le note di copertina, ma non ce n’era veramente bisogno: con quel suono di batteria, il disco poteva essere prodotto solo da Steve Lillywhite, mago della consolle e batterista pure lui (sentire, per esempio, i primi tre dischi degli U2 per capire meglio quello che intendo: quel sound delle percussioni è un autentico marchio di fabbrica).

Disco godibilissimo, grazie a gemme come Up On The Catwalk, Speed Your Love To Me, davvero scatenata, e la arcinota Waterfront, introdotta da ben quattro misure di basso e niente altro, ma “spacca”, eccome.

Da ricordare la cover della fantastica Street Hassle di Lou Reed, uno dei riff più ipnotici e ammalianti di sempre. Chiaro, l’originale del vecchio Lou è molto meglio…

.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...