AFGHAN WHIGS, Black Love (1996)

Immagine

Non era facile creare un degno seguito del precedente – e titolatissimo – Gentlemen, ma a volte gli strani percorsi dell’arte aiutano. Greg Dulli, leader della band, ha in mente di realizzare un film noir, ma il progetto non va in porto: il materiale musicale elaborato per la pellicola diventa così questo cd. Titolo e belle foto in b/n del booklet sono in armonia col concept.

Il cd parte molto bene con Crime Scene Part One e regge altrettanto bene nelle successive My Enemy (bel refrain) e Double Day (bella strofa). Poi, almeno per chi scrive, soffre un po’, soprattutto a causa del cantato di Dulli, che ha un paio di registri (sussurrato e urlato) e si arrocca sui medesimi, conferendo al tutto una sensazione di piattezza. In Gentlemen si salva grazie al valore intrinseco dei brani, qui il gioco purtroppo gli riesce meno ed è un peccato. Piacevolissimo il lento d’atmosfera Step Into The Light e tutta da ascoltare la conclusiva Faded, riffettino di piano (e poi di chitarra) che conquista e bel finale molto suonato.

Disco non imprescindibile, ma potreste amarlo. Sarà un “amore nero”, comunque…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...