FABRIZIO COPPOLA, La superficie delle cose (2003)

Immagine

Disco d’esordio di Fabrizio Coppola, cantau-rocker con alcuni buoni assi nella manica, tra cui una voce immediatamente riconoscibile, che s’impone subito per timbro e potenza.

Canzoni con ottimi spunti melodici, il che non è frequente quando si parla di rock cantato in italiano. Peccato per il sound un po’ confuso, ma un’opera prima è – per definizione – un’opera prima. Si può sempre migliorare.

 P.S. Trattate sempre bene chi vuole fare musica in Italia: ha la vocazione del martire (soprattutto se vuole fare rock).

Annunci

2 pensieri su “FABRIZIO COPPOLA, La superficie delle cose (2003)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...