TELEVISION, Marquee Moon (1977)

Immagine

Capita a me, come ad altri appassionati di musica, di acquistare dei dischi dopo averli visti ultra celebrati dalla stampa di settore. Si chiama curiosità, e non deve mancare mai. Questo appartiene, appunto, alla schiera degli album molto quotati. L’ho sentito una volta, anni fa, e mi aveva poco convinto. Diamo tempo al tempo, mi sono detto. L’ho riascoltato oggi. Un po’ meglio, ma non ci siamo del tutto. Se lo stile chitarristico di Tom Verlaine ha influenzato parecchia gente di là da venire (per sua ammissione, fra gli altri, The Edge), il suo cantato è qui acerbo e un po’ monocorde. Il disco, alla fine, ne risente. Vanno bene tutte le considerazioni sull’originalità, sull’impatto musical-culturale, su quegli anni che erano belli – è il celebrato, giustamente, ’77 –  ma, ogni tanto, bisogna anche prendere in considerazione la musica in quanto tale, come viene fatta. Mi pare poi, che in quel periodo, ci fosse in giro gente anche più interessante. Per dire, Talking Heads, ma ognuno scriva qui i nomi che vuole, ce ne sono…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...